Nuova Oggettività/Urfuturismo a Roma, presentazioni il 27 9 ’13: oltre il New Realism

Roma N.O.jpg

Presentazione libri
Nuova Oggettività, popolo, partecipazione, destino”,
Galleria l’Universale,
Via Caracciolo 12, 00192, Roma
VENERDì 27 SETTEMBRE 2013, ore 21,00
 
VENGONO PRESENTATI I LIBRI:
Per quale motivo Israele può avere 400 testate atomiche e l’Iran nessuna?”
AUTORI VARI, vari curatori, La Carmelina Edizioni, 2013.
Al di là della destra e della sinistra…”, AUTORI VARI, a cura di Roby Guerra; la Carmelina edizioni, 2013  (cover Graziano Cecchini)

 

Libro/manifesto, AUTORI VARI, vari curatori, Heliopolis 2011.
Dialogano:
Sandro Giovannini, Vitaldo Conte, Federico Felloni, Roberto Guerra, Matteo Marconi,
presiede e modera: Giovanni Sessa
 
*SPECIAL GUEST Antonio Saccoccio
 
* da Collaudo Al di là della destra e della sinistra…” 

….In ultima analisi, Ferraris non ha davvero nessuna possibilità di combinare qualcosa di buono con il suo “New Realism”, perché sta andando nella direzione della restaurazione, mentre occorre portare a compimento il superamento intrapreso già da un secolo. Oltrepassare l’esperienza postmoderna può essere possibile solo se ci rendiamo conto che l’avanguardia è una condizione indispensabile in un mondo che si trasforma tanto rapidamente. Se ci fermeremo a riflettere su questi aspetti, ci renderemo conto che il miglior postmoderno non è altro che una fase timida e indecisa di quell’avanguardia costante che ci tiene vigili, vivi e vitali da un secolo almeno….
Antonio Saccoccio.

 …..VS. la nobile sterile casta detrorsa/sinistrorsa, neuroni specchio avariati… Da rott-amare! Compresi Laio, Giocasta e Edipo… Noi negli anni dieci/duemila siamo figli di Icaro e Venere, semmai, nati nella nuova Odissea, monoliti e Hal 9000 infanti Roby Guerra


—-

Nel mondo della follia globalista, nuovamente scatenata, tesa a minacciare con se stessa tutti ifilistei, dobbiamo mantenere l’equilibrio del nostro mondo, generato da secoli di civiltà orgogliosa e tenace, ed ora in mano ad una oligarchia plutocratica di usurai del pensiero e della comunità senescente, noi consci che le divisioni ed i distinguo inutili sono lo strumento essenziale per i nostri avversari. Non siamo responsabilmente interessati alle etichette letteraliste, essendo consapevoli di quale livello d’impotenza e di neutralizzazione esse abbiano prodotto nella coscienza comunitaria. Per ora quindi disgraziatamente le subiamo, ma appena potremo le rivolgeremo contro chi le impone con il visusdegli ipocriti e con la sicumera degli inutili. Procederemo quindi valorizzando riconoscibilmente lo stile antinarcisista, sobrio e rispettoso di ogni nostra dimensione, sensibilità e potenzialità, ma anche sicuro nel dovere, potere e voler riconoscere, nel nostro movimento di pensiero, una élite compatta, forte ed agente.

 

 

Nei primi tre libri che si presentano sono coinvolti centinaia di scriventi, ricchi di una differenza ineliminabile raggiunta per qualità, ma consapevoli di voler stabilire salde teste di ponte espressive e comunicative

SANDRO GIOVANNINI

 

 

 

NUOVIFUTURISTI_0001.jpg
Nuova Oggettività/Urfuturismo a Roma, presentazioni il 27 9 ’13: oltre il New Realismultima modifica: 2013-09-22T18:32:00+00:00da asinorosso1
Reposta per primo quest’articolo